CGM XMEDICAL News – Informazioni e approfondimenti

L’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Coronavirus ha costretto le autorità italiane ad emanare una serie di provvedimenti che modificano alcuni obblighi relativi al trattamento dei dati personali anche nei poliambulatori. Come gestire questi cambiamenti? Utilizzando il miglior gestionale possibile per il tuo poliambulatorio.
Alcuni consigli utili e suggerimenti su come gestire al meglio l'emergenza Covid-19 e "portare" il poliambulatorio a casa.
La corretta impostazione organizzativa è il fattore critico di successo per l’apertura di una nuova attività sanitaria e di un ambulatorio: la scelta della forma giuridica, i requisiti dei singoli associati, la gestione fiscale.
Lo scopo principale di un software per Poliambulatori è di assistere gli operatori sanitari nella gestione efficace di tutte le attività (organizzative, amministrative, gestionali) che è necessario svolgere quotidianamente.
L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) il 30 gennaio 2020 ha qualificato come “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” l’epidemia da Covid-19 (Coronavirus). E’ in tale contesto che l’OMS, il più autorevole organismo di indirizzo della salute pubblica globale, ha tracciato alcune regole destinate alla categoria degli operatori sanitari e valide quindi anche per poliambulatori, centri diagnostici, cliniche, laboratori di analisi, studi di fisioterapia e ogni altra struttura sanitaria.
L'importanza di un buon gestionale di cartella clinica digitale nel contesto di avvio del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) non solo fa risparmiare in carta, tempi e costi di archiviazione, ma consente una migliore efficienza organizzativa del Poliambulatorio e di conseguenza dei servizi offerti e percepiti dal paziente.
Come il più antico e potente strumento di marketing e cioè il passaparola spontaneo tra i “clienti" può incidere positivamente sulla tua struttura polispecialistica nella continua sfida lanciata dal web.
Informativa privacy, consenso privacy e consenso informato: idee chiare, deontologia professionale e un software gestionale sanitario affidabile fanno la differenza.
La Legge di Bilancio 2020 avrà un impatto significativo sui conti pubblici e sull'economia delle famiglie e imprese italiane. Se la “finanziaria” dello scorso anno aveva portato con sé alcune importanti misure su pensioni, stabilità sociale e lavoro, la “manovra” recentemente approvata dal Parlamento ha introdotto diverse novità in fatto di detrazioni e deduzioni fiscali (anche in ambito sanitario). Cosa cambierà per i cittadini? E cosa succederà invece alle aziende sanitarie private (convenzionate e non)?
Nel variegato panorama dell’offerta sanitaria pubblica e privata (convenzionata e non), un ruolo rilevante lo svolgono i poliambulatori medici, veri e propri presidi di assistenza specialistica sul territorio. Queste strutture sanitarie, caratterizzate dalla presenza di più professionisti appartenenti a diverse branche specialistiche, necessitano di strumenti organizzativi e gestionali in grado di rispondere efficacemente ad ogni esigenza, sia dal lato dei pazienti che del personale. In assenza di corrette procedure, capacità di pianificazione, un software efficace ed un approccio multidisciplinare al paziente, il poliambulatorio perde la sua missione e si riduce ad un insieme di locali adibiti ad ambulatori medici.